L’alimentazione del tuo coniglio

L’alimentazione del tuo coniglio

20 luglio, 2016 Off Di Ilenia Rescignano

In commercio si trovano ormai moltissimi mangimi commerciali che sulla scatola hanno l’immagine di un coniglio, ma non tutti sono davvero adatti all’alimentazione di questi animaletti (sembrerà strano, ma è così).

Consultare sempre con un veterinario esperto in esotici, per sapere se l’alimento che stiamo fornendo è adatto.

Alcuni consigli per scegliere degli alimenti che non facciano male al coniglietto:

  • scegliere un mangime di marca e controllare la lista degli ingredienti
  • non acquistare mangimi sulla cui confezione sono raffigurati, contemporaneamente, conigli, cavie, criceti e/o altri roditori (i conigli sono lagomorfi e devono seguire un’alimentazione diversa rispetto ai roditori)
  • scegliere alimenti con la dicitura “senza cereali” o “grain free” (in inglese)

Alimenti consentiti

Fieno: il fieno va lasciato a disposizione del coniglio per tutto il giorno. Lo mangerà quando avrà terminato gli altri alimenti (i conigli mangiano continuamente). E’ ottimo per mantenere sani i denti e per il buon funzionamento intestinale. Scegliere fieni di qualità, verdi, morbidi e profumati. Evitare i fieni di erba medica, che contengono troppo calcio (dà problemi urinari).

Verdura: il coniglio deve essere alimentato anche con verdure fresche, per fornirgli tutti i giorni le vitamine di cui ha bisogno. Si inizia con piccole quantità, per poi aumentare man mano che il coniglio cresce. La verdura va prima lavata e asciugata.

Verdure adatte all’alimentazione del coniglio: sedano e finocchio (a volontà), carote, spinaci, indivia, broccoli, finocchio, timo, tarassaco, prezzemolo, cerfoglio, sedano, insalata riccia, spicchi di mela (senza esagerare).

Verdure da dare in piccola quantità: cavoli, zucchine, lattuga, cetrioli.

Verdure da evitare: fagioli, patate, avocado, centocchio, frutta troppo zuccherina, cipolla, aglio, agrumi.

Pellet: si trovano in commercio e sono ottimi per l’alimentazione del coniglio. Vanno forniti una-due volte al giorno in quantità non eccessive. Evitare quelli con troppa erba medica (massimo 40%). Prendere sempre mangimi con la dicitura “grain free”.

Erba fresca: se abbiamo la possibilità di procurarci erba fresca (per esempio se abbiamo un giardino), possiamo abbinarla al fieno essiccato, perché è ottima per limare i denti. Va però lavata e asciugata, prima di somministrarla al nostro coniglio.

Alimenti da evitare

Miscele di semi: i conigli adorano i cereali, ma tendono a mangiare i semi, lasciando tutto il resto (fieno, verdura e pellet). In questo modo si saziano troppo presto e non si limano i denti a dovere. Quindi un’alimentazione con semi predispone a anomala crescita dei denti, un problema che può essere risolto solo da un veterinario esperto in animali esotici. Inoltre i cereali possono fermentare nell’intestino, dando problemi di colica (malattia che può essere mortale) e favoriscono l’obesità, quindi è preferibile usare mangimi senza cereali.

Dolci: sono assolutamente da evitare! Il coniglio non deve mangiare biscotti, crackers, caramelle, cioccolata. Ne sono ghiotti, ma possono andare incontro a disturbi intestinali. Evitare anche gli snack in commercio se non siete sicuri degli ingredienti. La cioccolata può essere data in via eccezionale a conigli malati, per far  assumere loro dei farmaci

Presso il CVS è possibile chiedere consigli sulla dieta migliore per il coniglio nano in caso di dubbi o problemi.

Potrebbero anche interessarti: