Guinzaglio o pettorina? Cosa è meglio per il tuo cucciolo

Una delle prime domande che i proprietari si pongono quando adottano un cucciolo è se è meglio condurlo in passeggiata con il guinzaglio o la pettorina. Anche per i cani che sono gestibili a voce, la legge prevede che il proprietario porti con se’ un guinzaglio ed una museruola, da applicare in situazioni di pericolo.

Anche su questo argomento si leggono tante cose, giuste e sbagliate. Proviamo ad affrontarlo dal punto di vista medico ed anche dal punto di vista … del cane.

Un collare o pettorina sono necessari in passeggiata, per poter comodamente agganciare il guinzaglio che, come dicevo, è obbligatorio per legge.

Un collare con medaglietta applicata potrebbe essere utile da tenere anche in casa, così da permettere l’identificazione se il cane dovesse inavvertitamente uscire da solo.

Per la passeggiata, la più indicata è la pettorina ad H, che lascia libero il collo: in questo modo il cane è libero di annusare a terra senza costrizioni ed in caso di trazione la forza viene esercitata su una superficie maggiore, non andando ad incidere tutta in un unico punto come avviene con il collare. Inoltre i movimenti della testa nel cane hanno un significato visivo che spesso noi non cogliamo: impedire al cane di lanciare questi segnali, in caso di scontro con un altro cane, può peggiorare la situazione. L’altro cane può erroneamente interpretare la posizione della testa tirata dal guinzaglio come una minaccia ed aggredire. Con la pettorina, la testa rimane libera anche se durante lo scontro il proprietario cerca di tirare via il proprio cane.

Ci sono dei vantaggi anche per il proprietario: l’aggancio lontano dalla testa del cane può essere comodo quando si deve agganciare il guinzaglio durante uno scontro e può evitare un morso dovuto ad aggressività ridiretta sul proprietario. Se invece il cane è già al guinzaglio, la pettorina permette di ridistrbuire meglio la trazione, risultando in una forza minore sul polso del proprietario, se il cane emette uno scatto.

Detto ciò, bisogna però sempre considerare le esigenze del singolo: ci sono cani che, per abitudine o altro, preferiscono uscire in passeggiata con il collare e non tollerano la pettorina oppure se la sfilano.

Sia il collare che la pettorina devono essere della giusta misura, non troppo stretti, ma nemmeno abbastanza larghi da permettere che il cane possa sfilarli.

E se non ho un cane? Anche gatti, conigli, furetti, ecc possono uscire in passeggiata con la pettorina, se abituati. L’unica attenzione, soprattutto per i conigli è di evitare posti frequentati da altri animali, come i parchi per cani, perchè potrebbero spaventarsi se in presenza di un predatore come il cane o il gatto